FAQ COVID-19

Quando posso andare in vacanza sul lago di Garda?

Dal 3 giugno, l’Italia ha riaperto il confine per i viaggiatori provenienti dalla Germania e dall’Europa. Austria e Svizzera consentono il transito. Non esiste una quarantena generale in Italia o dopo il viaggio di ritorno in Germania.

Le vacanze in Italia sono possibili anche per cittadini svizzeri, cittadini del Liechtenstein e stranieri con un permesso di soggiorno per la Svizzera. Perché, così dice:
è possibile viaggiare in Italia come turisti, per visite a familiari, per un soggiorno in una seconda casa o per una visita in un ristorante.
Puoi tornare liberamente in Svizzera dopo essere stato in Italia.
Non ti è permesso andare in Italia solo per fare acquisti.

Dal 16 giugno, i cittadini austriaci possono tornare in Austria senza una quarantena. Gli austriaci possono ora viaggiare in Italia senza una quarantena. (Chiunque ritorni in Austria prima del 16 giugno deve avere un certificato medico che confermi il proprio stato di salute che confermi un test biologico molecolare negativo per SARS-CoV-2. Il certificato non deve essere più vecchio di quattro giorni all’arrivo se ciò non esiste, deve essere avviata una quarantena domestica immediata e auto-monitorata di 14 giorni, che può essere interrotta anticipatamente se un test Covid eseguito durante questo periodo è negativo.

Tutte le informazioni si basano sul nostro attuale stato di conoscenza di una situazione legale ampia e in costante evoluzione e non pretendono di essere complete. Soprattutto nella fase iniziale di riapertura, ti consigliamo di ottenere anche informazioni aggiornate sul tuo alloggio sul Lago di Garda. Ci impegniamo a mantenere le informazioni relative a tutte e 3 le regioni al confine con il Lago di Garda, nonché le informazioni di viaggio degli Stati di transito, il più attuali e complete possibile.

Arrivo in Italia

Posso entrare in Italia tramite l’Austria?

Sì, dal 4 giugno i tedeschi possono rientrare in Austria, come prima di Corona. I cittadini dell’UE e dei paesi Schengen sono autorizzati a continuare il loro viaggio in Italia dal 3 giugno. Ciò garantisce il viaggio di andata in Italia senza controlli alle frontiere. In Austria puoi riempire normalmente e fare una pausa. Non è più necessario un modulo per il transito attraverso l’Austria.

È diverso fino al 16 giugno per il viaggio di ritorno. Per il viaggio di ritorno prima del 16 giugno, l’Austria attualmente consente solo ai cittadini dell’UE di transitare senza scalo, dopo aver firmato una dichiarazione di transito che viene consegnata al confine italiano / austriaco. Per quanto riguarda eventuali soste di rifornimento di carburante durante il viaggio di ritorno in Austria prima del 16 giugno, il Ministero degli Interni austriaco ha finora testualmente: “ Secondo l’ordinanza, il transito deve avvenire senza scalo. Secondo le informazioni del ministero della Sanità responsabile, è possibile interrompere assolutamente il rifornimento del veicolo se si osservano le misure generali di sicurezza (chiarezza, ecc.). “Dal 16 giugno, il viaggio di ritorno attraverso l’Austria è completamente gratuito, come lo era prima dei tempi di Corona.

Posso entrare in Italia attraverso la Svizzera?

Sì, dal 3 giugno. Perché, si dice ufficialmente: “Il transito attraverso la Svizzera non è proibito – a meno che non ci si debba aspettare che non sarà più possibile lasciare la Svizzera dopo il transito a causa dei requisiti di ingresso nel paese di destinazione”. Una conferma di prenotazione in Italia può essere utile.

arrivando in macchina

Le principali strade di accesso all’Italia sono aperte, compresa l’autostrada del Brennero. Solo alcuni piccoli valichi di frontiera austriaci rimangono chiusi fino a nuovo avviso.

Chi può guidare in macchina?

Se tutti gli occupanti di un veicolo privato provengono dalla stessa famiglia, non ci sono restrizioni. Puoi usare il normale numero di persone in macchina senza maschera.

Non appena 1 persona non appartiene alla famiglia comune (ad esempio quando si viaggia con gioia, ad esempio), con eccezioni regionali (vedi sotto) in tutta Italia dal 3 giugno, la regola secondo cui solo il conducente è autorizzato a sedersi davanti e un massimo di 2 persone su ciascun sedile posteriore se c’è una distanza di 1 metro tra queste due persone. Tutti gli occupanti devono indossare una maschera.

Tuttavia, ci sono eccezioni regionali per il viaggio verso il Lago di Garda, che rendono il viaggio più semplice:
in Alto Adige e in Veneto, le persone che non vivono nella stessa famiglia possono occupare tutti i posti dell’auto se tutti indossano Maken. Su richiesta per la provincia del Trentino, abbiamo anche ricevuto la risposta che la seguente combinazione è possibile anche se non tutti gli occupanti della macchina appartengono alla stessa famiglia: conducente e passeggero anteriore della stessa famiglia, massimo 2 persone con 1 m di distanza minima in ciascun sedile posteriore. Tutti devono indossare una maschera.

Regole per le vacanze in loco

Quali sono le regole generali?

In generale, è vietato radunare persone (assembramenti) negli spazi pubblici. Il numero esatto non è definito qui. È necessario rispettare una distanza di almeno 1 metro, 2 metri per le attività sportive. Se ciò non è possibile, è necessario indossare una protezione per naso e bocca. Questo è generalmente vero in Trentino e in Lombardia, e anche se non è praticato in modo coerente, è meglio avere sempre una maschera con te. I controlli della temperatura sono possibili all’ingresso di negozi, ristoranti e altre strutture. Se viene superata una temperatura corporea misurata di 37,5 gradi, l’accesso verrà negato.

Hotel, campeggi e altre strutture sono aperti sul Lago di Garda?

In parte. Tutti gli alloggi sul Lago di Garda sono autorizzati ad aprire per i vacanzieri nel rispetto delle norme igieniche legali. Secondo un breve sondaggio di gardasee.de, alcune aziende hanno già aperto il 3 giugno, mentre altre hanno programmato di aprire a metà / fine giugno. Raccomandiamo vivamente il contatto diretto con le sistemazioni al fine di chiarire tutti i dettagli riguardanti l’apertura e i servizi disponibili in casa (piscina, bar, ristorante, aree per bambini, benessere).

K Ho condiviso con gioia un appartamento / casa per le vacanze, anche se non veniamo dalla stessa famiglia?

Sì. Secondo il nostro attuale stato di informazione, amici, amici di famiglia, che affittano un appartamento per vacanze insieme come una famiglia comune. Al momento della prenotazione e prima dell’arrivo, si prega di lasciare che il proprio alloggio confermi che questa regola continua ad applicarsi e che sono state prese le misure igieniche appropriate per le aree condivise con altre parti della casa.

Bar e ristoranti sono aperti sul Lago di Garda?

Sì. Bar e ristoranti sono stati riaperti in tutta Italia. Quando si entra nei locali, è necessario indossare una maschera e disinfettare le mani. La distanza tra i tavoli è stata ampliata. La distanza minima tra i singoli ospiti al bancone e ai tavoli è di 1 metro. Si consiglia in ogni caso una prenotazione!

I negozi sul Lago di Garda sono aperti?

Sì. I negozi sono stati riaperti in tutta Italia. Per evitare un’eccessiva densità di clienti, l’accesso è limitato a seconda dell’azienda. Una maschera e la disinfezione delle mani sono obbligatorie. Le norme igieniche per provare i vestiti sono visualizzate nel negozio.

Posso nuotare nel lago?

Sì. Puoi nuotare individualmente. La distanza tra i lettini sulla spiaggia è regolata in loco. Fondamentalmente, tuttavia, come ovunque, si applica il comandamento di evitare la folla di persone e di osservare le regole della distanza di almeno 2 m durante il bagno. Prestare attenzione ai segni. Le comunità delle diverse città lacustri compiono sforzi individuali per pulire le spiagge pubbliche. Seguiremo la situazione da un posto all’altro da giugno e ti terremo aggiornato.

Autobus e treni per il trasporto pubblico circolano sul Lago di Garda?

Il funzionamento delle linee di autobus e treni è regolare. Le maschere e le regole di distanza di almeno 1 metro devono essere osservate anche nelle stazioni ferroviarie e nelle fermate. Il numero massimo di passeggeri è in genere il 50% del numero di passeggeri normalmente consentito. I posti con identificazione separata devono essere lasciati vuoti per garantire la distanza minima tra i passeggeri.

Posso fare sport?

Sì. Sono possibili sport individuali come l’escursionismo, il ciclismo, l’MTB, l’arrampicata, il surf, ecc., Purché si osservi una distanza minima di 2 m. L’attrezzatura non può essere scambiata con altri atleti. I membri della stessa famiglia possono praticare sport insieme, ad esempio usare una barca a vela senza maschera. Nel caso di corsi e tour organizzati, come ad esempio i tour di arrampicata, il responsabile del corso o del tour garantisce la disinfezione del materiale e il rispetto delle regole della distanza. Al momento non sono ammessi sport di squadra e di gruppo come il beach volley.

Posso usare una barca con un amico?

Sì, ma qui vale anche la regola della distanza. Mentre le persone della stessa famiglia possono usare la propria barca normalmente senza maschera, le persone di famiglie diverse devono avere abbastanza spazio sulla barca per consentire 1 m di distanza tra gli occupanti della barca e che devono indossare una maschera.

Cosa devo fare se avverto sintomi del coronavirus mentre sono in vacanza?

Se sei in vacanza sul Lago di Garda e hai sintomi o sospetti di essere stato infettato, NON andare in ospedale o in strutture sanitarie, ma chiama immediatamente il numero gratuito della regione in cui ti trovi:

Trentino: 800 86 73 88 (multilingue)
Lombardia: 800 89 45 45
Veneto: 800 462 340